Download 2666 by Roberto Bolaño PDF

By Roberto Bolaño

Delle molte leggende alla cui nascita Bolano stesso ha contribuito, l'ultima riguarda los angeles forma che "2666" avrebbe dovuto assumere. Si cube infatti che l'autore desiderasse vedere i cinque romanzi che lo compongono pubblicati separatamente, e se possibile letti nell'ordine preferito da ciascuno. los angeles disposizione, ammesso che sia autentica, period in realtà un avviso in keeping with l. a. navigazione in questo romanzo-mondo, che contiene di tutto: un'idea di letteratura consistent with l. a. quale molti sono disposti a vivere e a morire, l'opera al nero di uno scrittore fantasma che sembra celare il segreto del Male, e il Male stesso, nell'infinita catena di omicidi che trasforma los angeles terra di nessuno fra gli Stati Uniti e il Messico nell'universo della nostra desolazione. Tutte queste schegge, e limitless altre, si possono in effetti raccogliere entrando in "2666" da un ingresso qualsiasi; ma fin dall'inizio il libro period fatto according to diventare quello che oggi il lettore italiano ha modo di conoscere: un immenso corpo romanzesco oscuro e abbacinante, da percorrere seguendo una sola, ipnotica illusione - quella di trovare il punto nascosto in cui finiscono, e cominciano, tutte le storie.

Show description

Read Online or Download 2666 PDF

Similar literary books

Victorian Poetry (Blackwell Essential Literature)

This quantity distils into 2 hundred pages probably the most influential poetry of the Victorian interval. Distils into one quantity the major poems of the Victorian period. Organised chronologically, permitting readers to understand continuities and adjustments in the course of the century. incorporates a normal creation, giving readers an outline of the poets and the interval.

Klingsor's last summer

This is often the 1st English-language variation of Klingsor's final summer season, which used to be initially released in 1920, a 12 months after Demian and years prior to Siddhartha. The ebook has 3 components: a narrative known as A kid's center, via Klein and Wagner and Klingsor's final summer season, Hesse's longest and best novellas.

The birth of the Gospel: a study of the origin and purport of the primitive allegory of the Jesus

William Benjamin Smith (1850-1934) used to be a professor of arithmetic at Tulane college. He additionally wrote Ecce Deus (https://archive. org/details/eccedeusstudieso00smitrich) and Der Vorchristliche Jesus, reviews of primitive Christianity, as well as mathematical works. This e-book was once released posthumously, in 1957.

Extra info for 2666

Sample text

Espinoza raccontò una barzelletta in tedesco a Pelletier e anche lui rise. Di fatto, entrambi ridevano avvolti nelle onde o qualunque cosa fosse a unire le loro voci e le loro orecchie attraverso i campi scuri e il vento e le nevi pirenaiche e fiumi e strade solitarie e le rispettive interminabili periferie tutt'intorno a Parigi e Madrid. Il secondo colloquio, decisamente più disteso del primo, fu un colloquio tra amici che cercavano di chiarire qualunque punto oscuro fosse loro sfuggito, senza che per questo diventasse una conversazione di carattere tecnico o logistico, al contrario, in quel colloquio furono toccati temi che riguardavano la Norton in modo solo marginale, temi che non avevano nulla a che vedere con l'incostanza dei sentimenti, temi in cui era facile entrare e dai quali si usciva senza la minima fatica per riprendere il tema principale, Liz Norton, che entrambi riconobbero, ormai quasi alla fine della seconda telefonata, non come l'erinni che aveva posto fine alla loro amicizia, donna a lutto dalle ali macchiate di sangue, né come Ecate, che aveva iniziato badando ai bambini tipo au pair e aveva finito per imparare la stregoneria e trasformarsi in animale, ma come l'angelo che aveva rafforzato quell'amicizia, facendo scoprire loro qualcosa che sospettavano, ma di cui non avevano piena certezza, e cioè che erano persone civili, che erano persone capaci di sperimentare sentimenti nobili, che non erano due bruti sprofondati nell'abiezione dalla routine e da un lavoro regolare e sedentario, tutto il contrario, quella sera Pelletier ed Espinoza si scoprirono generosi, così generosi che se fossero stati insieme sarebbero usciti a festeggiare, abbagliati dallo splendore della propria virtù, uno splendore che certo non dura molto (perché ogni virtù, salvo nella brevità del riconoscimento, è priva di splendore e vive in una caverna buia circondata da altri abitanti, alcuni dei quali molto pericolosi), e che in mancanza di festeggiamenti e baldorie salutarono con una tacita promessa di eterna amicizia e, dopo aver riattaccato i rispettivi telefoni, suggellarono, ciascuno nel suo appartamento stracolmo di libri, bevendo con suprema lentezza un whisky e guardando la notte dietro le finestre, forse alla ricerca, sia pure inconsapevole, di quello che lo svevo aveva cercato oltre la finestra della vedova senza mai trovarlo.

Lui rispondeva di no, che della Prussia aveva conosciuto solo i boschi. «Però il suo nome è di origine italiana» diceva la signora. «Francese,» rispondeva Arcimboldi «di ugonotti». La signora, davanti a questa risposta, rideva. Un tempo era stata molto bella, scriveva lo slavo. Sembrava bella persino allora, nella penombra della taverna, anche se quando rideva le si spostava la dentiera e doveva riaggiustarla con la mano. Eseguita da lei, quell'operazione non era priva d'eleganza. Con i pescatori e i contadini la signora si comportava con una naturalezza che suscitava solo rispetto e simpatia.

Anche i dirigenti lavoravano con più soddisfazione e il capo sembrava felice. Ma dopo un paio di mesi che producevamo queste tazze mi resi conto che la mia felicità era artificiale. Mi sentivo felice perché vedevo gli altri felici e perché sapevo che dovevo sentirmi felice, ma in realtà non ero felice. Tutto il contrario: mi sentivo più disgraziato di prima che mi aumentassero lo stipendio. Pensai che fosse un brutto periodo e cercai di non pensarci, ma dopo tre mesi non riuscii più a fingere che non ci fossero problemi.

Download PDF sample

Rated 4.05 of 5 – based on 31 votes